Alla scoperta delle incredibili proprietà dell’amaranto. Cos’è e come si cucina.
07 novembre 2016

Alla scoperta delle incredibili proprietà dell’amaranto. Cos’è e come si cucina.

di Monica Papagna

L’amaranto ha le proprietà di un cereale, ma non lo è. Proprio come la quinoa, infatti, non contiene glutine e vanta una grande quantità di proteine vegetali di alta qualità che lo rendono particolarmente adatto a chi segue regimi alimentari poveri o privi di proteine animali.

Antiche credenze raccontano che l’amaranto allontanasse la sfortuna e l’invidia. Non sappiamo se sia vero o meno, ma sappiamo con certezza che si tratta di un alimento sano e molto digeribile, da introdurre assolutamente nella nostra dieta. Stiamo parlando di una pianta molto antica, originaria dell’America Centrale. Per lungo tempo dimenticata, è stata di recente riscoperta per le sue proprietà nutritive. Oggi viene coltivata nuovamente in gran parte del mondo, Europa compresa.

Proprietà

L’amaranto è costituito da fibre, sali minerali, calcio, fosforo, magnesio, ferro, vitamina C, vitamina A e vitamine gruppo B. Oltre, ovviamente, all’alto contenuto proteico.

Come si cucina?

Cuocete l’amaranto in una pentola di acqua bollente per mezz’ora/quaranta minuti. Normalmente si utilizza il doppio dell’acqua rispetto al suo peso. Otterrete una consistenza tenera, ma croccante. Salate alla fine e servite per accompagnare verdure, evitando di combinarlo con altre proteine perché ne è già ricco.

L’idea in più

Provate i pop corn di amaranto! Si preparano esattamente come i normali pop corn di mais. Riscaldate una padella antiaderente, metteteci i chicchi di amaranto e lasciate che scoppino. Ottimi come snack per gli afflitti – come la sottoscritta – da fame nervosa.

Utilizzate l’amaranto soffiato anche per le vostre colazioni, da mischiare nella granola oppure direttamente nel latte vegetale o nello yogurt, diventerà un grande classico del mattino.

Insalata amaranto

Le insalate

L’amaranto, come anche la quinoa, si sposa perfettamente con i piatti e le insalate fredde. Preparare la schiscetta da portare al lavoro non è mai stato così semplice. Gestire le proteine quando si è fuori casa e non si ha la possibilità di scaldare il pranzo non è proprio semplice, ma l’amaranto è delizioso anche mangiato freddo e risolleverà i vostri break. Provatelo con cetrioli, pomodori, zucchine grattugiate e condite con limone, menta e prezzemolo. Ma anche con pomodorini e feta, per esempio. La pausa pranzo non sarà poi tanto male.

Polpette amaranto

Le polpette

Un altro piatto molto famoso a base di amaranto sono le polpette. Sappiamo che le polpette sono sempre buone, ma provate questa alternativa vegana, sana e gustosa!

Mischiate dell’amaranto cotto con una patata bollita. Aggiungete zucchine e peperoni grattugiati. Condite con sale, prezzemolo e paprika. Se non siete vegani potete passarle nell’uovo, poi nel pangrattato e infine friggerle in olio caldo. Altrimenti potete semplicemente passarle nel pangrattato e friggerle, oppure metterle in forno. Cambiate le verdure ogni volta e avrete sempre un secondo proteico diverso.

Veggie burger amaranto

Veggie burger

Preparate dei deliziosi hamburger vegetariani e vegani utilizzando l’amaranto mischiato a verdure e legumi. Preparateli esattamente come fareste per le polpette e metteteli nel vostro panino.

Zuppa amaranto

Zuppe

Utilizzatelo come addensante per le zuppe o per il minestrone. Regalerà ai vostri piatti una consistenza davvero diversa dal solito.

Sformati

Preparate sformatini di amaranto e verdure da servire come secondo vegetariano o da portare in ufficio per pranzo. Basterà prepararli con anticipo e scaldarli al momento. Vi lascio la ricetta di quello che mi piace preparare quando torno a casa tardi, ma ho comunque voglia di cucinare qualcosa che si cuocia in forno mentre mi faccio una doccia.

Sformatini di amaranto

Gli ingredienti:

  • 200g di amaranto
  • 1 zucchina
  • 1 carota
  • 3 cucchiai di ricotta (o tofu qualità silk)
  • 1 uovo
  • sale
  • pepe
  • olio
  • spezie miste

Il procedimento:

Lessate l’amaranto, scolatelo e lasciatelo raffreddare. Grattugiate le verdure e cuocetele in padella per qualche minuto con un filo d’olio. Unite amaranto e verdure con ricotta o tofu e l’uovo. Mischiate bene, condite a piacere e distribuite nei pirottini. Infornate a 180°C per circa 20 minuti, fino a quando gli sformatini doreranno in superficie. Toglieteli dal forno e serviteli quando sono ancora caldi.

, , , , , , , , ,

Commenti: 0

Lascia un commento


*obbligatorio