Colazione healthy: la granola fatta in casa
08 giugno 2016

Colazione healthy: la granola fatta in casa

di Monica Papagna

COSA sarebbe meglio mangiare per colazione? L’abbiamo chiesto alla dottoressa Francesca Manganello, una ginecologa esperta anche di alimentazione che ha risposto così:
“La cellulite, si sa, è la nemica numero uno per tutte le donne, soprattutto per chi usa (o non usa!) la contraccezione ormonale e teme la comparsa di ritenzione idrica e aumento di peso. Falso mito però quello del binomio contraccezione-cellulite, soprattutto se si utilizzano gli anticoncezionali più innovativi – pillole, patch e anello vaginale – a basso dosaggio. Per mantenere il giusto equilibrio idrico, importantissimo per la nostra salute, basta seguire poche semplici regole: praticare attività fisica regolarmente, bere almeno un litro e mezzo di acqua al giorno, consumare molte fibre, frutta e verdura. Tra tutti i cereali, l’avena è il più ricco di proteine e di grassi buoni. Grazie alla presenza di fibre solubili, è un prezioso alleato per regolarizzare la funzione intestinale e ha un forte potere diuretico, non a caso è considerato un “cereale anticellulite”.

La granola fatta in casa può essere conservata in un recipiente ermetico in vetro

La granola fatta in casa può essere conservata in un recipiente ermetico in vetro

Allora proviamo a seguire il consiglio della dottoressa e integriamo l’avena nella nostra colazione. Come? Nel migliore dei modi possibili: con la granola!
Iniziare la giornata con una colazione sana e nutriente dovrebbe essere un dovere, ma anche un piacere. Troppo spesso invece non è così e si rischia di trasformare in una sorta di pasto punitivo un rito bello come quello della colazione. Per stare leggere e in forma, infatti, ci riduciamo a mangiare pochissimo e molto spesso cose sbagliate, non apportando quindi le giuste calorie – e soprattutto un po’ di piacere – al nostro organismo.

Le giornate sono sempre piene di impegni ed è davvero necessario iniziarle al meglio, magari provando una colazione diversa dal solito, di origine anglosassone, come la granola: un mix di cereali, frutta secca e semi, dolcificata con zucchero, miele oppure sciroppo d’acero o d’agave. Trovarla già pronta in Italia non è poi così facile, ma è comunque vincente l’idea di prepararla in casa per averla sempre a disposizione.
Il concetto è molto semplice: si possono mischiare cereali, frutta secca e semi, di qualsiasi tipo, in base ai propri gusti. Scegliete tra i cereali che volete: farro, quinoa, amaranto, orzo, avena oppure provate un mix di tanti cereali insieme. Poi scegliete anche la frutta secca: nocciole, mandorle o noci. Infine non vi resta che pensare alla frutta essiccata: albicocche, mele, cocco, frutti rossi o uvetta. Date una marcia in più alla vostra granola aromatizzandola con le spezie: cannella e noce moscata, per esempio. Non ve ne pentirete!

Provate tante diverse combinazioni per trovare la vostra preferita. Io inizio a darvi la ricetta della mia, quella che amo pazzamente, e che mi accompagna in quasi tutte le mie colazioni casalinghe. Non temete, è una ricetta puramente indicativa, potete sostituire quello che volete, purché sia della stessa famiglia di alimenti. Rispettate il procedimento e avrete una granola perfetta, profumata e golosa. Sì, davvero golosa, fidatevi!

Una colazione con la granola per iniziare al meglio la giornata

RICETTA DELLA GRANOLA

  • 350g di fiocchi d’avena
  • 100ml di sciroppo d’agave o miele
  • 100g di cocco disidratato
  • 100g di mandorle
  • 1 cucchiaio di semi di lino
  • 1 cucchiaio di semi di girasole
  • 1 cucchiaio di semi di zucca
  • 100ml di acqua

Sciogliete in un pentolino il miele o lo sciroppo d’agave insieme a 100ml di acqua.

Mischiate insieme la frutta secca, l’avena (potete usare quinoa, amaranto, farro o quello che vi piace) con lo sciroppo d’agave e mettete il composto su una placca coperta di carta forno.

Infornate a 160°C per 30-40 minuti avendo cura di girare spesso per evitare che si bruci.

Toglietela dal forno e lasciatela raffreddare completamente. Unite ora la frutta disidratata, in questo caso il cocco. Mischiate per bene e riponetela in un barattolo di vetro con chiusura ermetica.

Mangiatela con latte, yogurt, frutta fresca o quello che vi suggerisce la vostra fantasia. Oppure direttamente dal barattolo, magari guardando un film sdraiate sul divano.

, , , ,

Commenti: 2

2 commenti

  1. fabiana :

    ciao.. sono curiosa di provarla… secondo te posso usare il malto d’orzo al posto del miele?

  2. Monica Papagna :

    Ma certo! La cosa bella della granola è che puoi sostituire con quello che più ti piace 😉

Lascia un commento


*obbligatorio