Come organizzare un viaggio senza comprare una guida turistica
20 luglio 2016

Come organizzare un viaggio senza comprare una guida turistica

di Sonia Grispo

L’avete prenotata mesi fa o questa mattina, ma ad accomunare gli amanti del viaggio programmato con largo anticipo e quelli del last minute c’è sempre l’emozione, la voglia di relax, di scoprire qualcosa di nuovo, di vivere una nuova esperienza e quella data circolettata di rosso, giallo o rosa sul calendario: la data della vostra vacanza.

Insieme alla valigia, alla macchina fotografica, alla borsa o lo zaino più pratico per viaggiare e le scarpe più comode per percorrere chilometri di strade nuove e luoghi mai visti, c’è un elemento fondamentale che ricorre in ogni viaggio: la guida turistica. C’è chi trascorre ore ed ore in libreria a sfogliarle tutte fino a trovare la più adatta, il perfetto mix tra foto e testi, fra chicche e suggerimenti utili, che si tratti di musei, monumenti, ristoranti, negozi o mercatini e chi invece da anni compra sempre la stessa e la ordina persino on-line, per evitare la fila.

E c’è un terzo tipo di viaggiatore, quello smart, che vuole notizie freschissime, indicazioni sugli ultimi trend, i locali appena aperti a Londra, la meta più amati dai giovani newyorkesi, i prezzi aggiornati sui mezzi di trasporto a Parigi e per fare tutto questo va su internet, googla la meta e si affida ad una serie di utili parole e frasi chiave per trovare le informazioni fondamentali e raccoglierle in un documento di testo da trasformare in un pratico PDF.

Come pianificare un viaggio in maniera smart

Cosa cercare?

  • “10 cose da fare a…”: il motore di ricerca produrrà centinaia di risultati, leggetene almeno una dozzina e prendete nota dei consigli ricorrenti, aggiungendo quelli che ritenete più curiosi o interessanti in base ai vostri interessi.
  • “Dove mangiare a…”: food blogger, amanti del cibo e amanti dei viaggi amano condividere le loro mete preferite, in questo modo scoverete le ultime tendenze più apprezzate dai foodie, quelle che nelle guide turistiche non sono ancora state stampate.
  • Pensate ai vostri interessi: amate i musical? Lo sport? Lo shopping? cercate informazioni di questo tipo su forum di viaggio, blog e persino pagine Facebook a tema. In questo modo potrete costruire la vostra personalissima guida turistica.
  • Instagram come guida social: digitate il nome della città, dell’isola o del Paese che andrete a visitare e cercatelo come hashtag, cliccate sulle foto che catturano maggiormente la vostra attenzione e troverete appunti di viaggi di persone comuni, instagramer, modelle e influencer che hanno voluto tenere traccia dei loro posti del cuore in giro per il mondo. Potrebbero diventare anche i vostri. Anche cliccare sulla localizzazione sopra ogni foto può fornirvi ottimi spunti e naturalmente salvate tutte le foto che potranno servirvi utili per creare la vostra guida personale e ricordarvi perché volete assolutamente visitare quei luoghi.

Smart travel

Quali app scaricare?

  • Sygic (iOS, Android, Windows Phone): Si considera l’app di navigazione più avanzata, basta scaricare le mappe della propria destinazione prima di partire, così da poterle consultare anche off-line e poter guidare, camminare e muoversi in tutta comodità in qualunque città del mondo (attualmente sono disponibili più di 200 paesi).
  • GeoTravel (iOS): Se siete fan della realtà aumentata questa app fa per voi, vi consente infatti di inquadrare con l’iPhone quello che sta attorno a noi per vedere nome, direzione e distanza dei punti di interesse selezionati oppure simulare il percorso da casa, così da poter prendere nota in anticipo dei luoghi d’interesse e come raggiungerli.
  • Google Goggles (Android): Una guida turistica in tasca, basta infatti inquadrare quadri, monumenti e oggetti per scoprirne la storia e trovare una descrizione (a patto che l’elemento sia nell’archivio di Google). Goggles è anche in grado di leggere testi in italiano, francese, inglese, tedesco, spagnolo, portoghese, russo, turco e tradurli in altre lingue.

E non dimenticate di visitare i siti degli Enti del Turismo, dove spesso sono disponibili documenti e guide gratuite aggiornate, da scaricare e integrare ai vostri appunti.

Una volta trovate le foto giuste, preso nota degli appunti di viaggio e copiato e incollato tutto su un file di testo (per esempio un documento Word), salvate, esportate il tutto in formato PDF e trasferitelo sul vostro smartphone. In questo modo avrete la vostra guida unica e inimitabile, con tutti i consigli per un viaggio smart e su misura.

, , , , , , ,

Commenti: 0

Lascia un commento


*obbligatorio