Diario della gratitudine, planner e bullet journal
31 agosto 2016

Diario della gratitudine, planner e bullet journal

di Sonia Grispo

Lasciati i diari del liceo, più ricchi di pensieri personali, citazioni, frasi tratte da canzoni, foto, cartoline e bigliettini dei cioccolatini, che di compiti e questioni scolastiche, crescendo siamo passati alla Moleskine e alle agende, abbandonando il caos creativo, le riflessioni e puntando più sulla concretezza di impegni, appuntamenti, memo sulle bollette da pagare e sulla spesa da fare.

Il Gratitude Journal

Mentre sui social usiamo sempre più foto e video e meno le parole, ad intervenire in soccorso dei nostri pensieri ci pensa il Gratitude Journal, un vero e proprio trend che in America ha conquistato tutti e in Italia si sta facendo strada. Letteralmente “diario della gratitudine”, è un quaderno o agenda che invita quotidianamente ad annotare momenti, gesti e cose per cui si è grati in quel determinato giorno: la mela in più regalata dal fruttivendolo di quartiere, l’uomo al supermercato che ci ha ceduto il posto perché avevamo solo un ananas ed una bottiglia di vino da pagare, la telefonata di un’amica che non sentivamo da tanto tempo… È un invito ad apprezzare le gioie quotidiane ed una auto-terapia di guarigione, basta dedicare qualche minuto ogni sera a scrivere sul proprio Gratitude Journal qualcosa per cui si è grati. Potete comprarne di già pronti o creare il vostro, e se siete più tipi digitali che da penna, per voi esiste l’app Gratitude Journal – the original! di Happy Tapper (iOS, 2,99€).

Bullet journal

Il planner

Se il diario della gratitudine serve per prendere nota dei doni quotidiani, i planner sono lo strumento per annotare tutti gli impegni, le scadenze, gli eventi e gli appuntamenti quotidiani e della settimana. Da creare da soli con Excel o scaricare di già pronti sui siti che offrono freebies (file da scaricare gratuitamente). A differenza dell’agenda vanno esposti sulla scrivania o appesi al muro e cambiati settimanalmente, così da avere sempre sotto gli occhi gli impegni del giorno.

Il bullet journal

Annotare gli impegni del giorno non basta, per assicurarsi di portare tutto a termine e non tralasciare niente esistono i bullet journal, sistemi di organizzazione delle faccende, commissioni e scadenze quotidiane. Sembra complicato ma in realtà, per semplificare, si tratta dei classici elenchi delle attività da svolgere, precedute da pallini da spuntare per ogni “missione compiuta”. Proprio per la semplicità di questo sistema è possibile usare qualsiasi tipo di quaderno, notebook, blocco appunti e agenda e sbizzarrirsi con colori, adesivi e scotch colorati, per distinguere il tipo di attività (spesa, lavoro, sport…) e per contrassegnare quelle portate a termine.


Questi tre sistemi insieme vi faranno riscoprire il piacere di dedicarvi alla scrittura, di sbizzarrirvi con la cancelleria e vi permetteranno di organizzare meglio le vostre giornate.

, , , , ,

Commenti: 0

Lascia un commento


*obbligatorio