I trucchi più furbi e divertenti per bere più acqua ogni giorno
09 giugno 2016

I trucchi più furbi e divertenti per bere più acqua ogni giorno

di Sonia Grispo

Creme idratanti, burro corpo, maschere in tessuto, impacchi vari, prodotti italiani, francesi, quelli folli coreani e quelli home-made, li proviamo proprio tutti per avere capelli meno aridi e pelle meno secca, trascurando il prodotto più multitasking, efficace ed economico che abbiamo a disposizione: l’acqua.
Non serve leggere “test in vitro dimostrano che…” per sapere che l’acqua è fonte di vita (e di bellezza) e avremmo forse dovuto stare più attente a scuola durante la lezione di biologia, quando ci hanno spiegato che siamo fatti per il 70% di acqua e durante quella di matematica per fare due calcoli e capire l’essenziale importanza di questo elemento nella nostra quotidianità.

Eppure milioni di donne afflitte da pelle secca, incarnato spento, ritenzione idrica e stanchezza mentale causata da uno scarso apporto di acqua, non riescono a berne una quantità sufficiente giornaliera (fra 1 litro e mezzo e 2 litri) nonostante vari metodi, strategie e promesse con se stesse. Per sconfiggere la disidratazione, per avere capelli più sani, pelle più luminosa e una mente più attiva, prendete nota dei trucchi più furbi per bere più acqua ogni giorno.

Donna che beve un bicchiere di acqua per idratarsi

Il metodo dell’elastico: porsi degli obiettivi è uno dei metodi più motivanti per raggiungere un traguardo e quando si parla di acqua il traguardo è rappresentato dalla bottiglia da 2 litri finalmente vuota a fine giornata; gli obiettivi che potete porvi in questo caso sono rappresentati dai piccoli passi che un elastico può fare partendo dalla cima. Come funziona? Prendete un elastico che abbia una circonferenza iniziale pari al collo della bottiglia ed una capacità di estensione pari al fondo (così che non si spezzi). Ogni volta che bevete fate scorrere l’elastico fino al livello raggiunto dall’acqua. In questo modo vi renderete conto di quanto avete bevuto. Potete anche far scorrere l’elastico qualche dita oltre, per porvi ad ogni sorso l’obiettivo di bere un certo quantitativo.

Il post-it: Rosa, giallo, azzurro, scegliete il colore che preferite e scrivete sopra frasi motivanti come “per i capelli più luminosi che tanto desideri” oppure “per non sentirti più così stanca al mattino” e anche “gambe più leggere e snelle questa estate!”, aggiungete qualche smile, punto esclamativo o adesivo colorato e incollate i post-it accanto allo schermo del computer, sulla macchinetta del caffè, sul portapenne in ufficio e sul frigorifero. Attireranno la vostra attenzione durante il giorno, magari vi faranno sorridere e vi ricorderanno perché dovete bere più acqua.

L’app: per i più tecnologici e per quelli che si ritrovano ad ignorare la bottiglia accanto al mouse ed il post-it rosa, anche fosse sulla fronte del collega, la tecnologia viene in aiuto. Meno statica di un pezzo di carta e decisamente interattiva, l’app gratuita “Hydro – bevi l’acqua” è, come anticipato già dal nome, pensata per ricordarvi di bere, attraverso una serie di funzioni utilissime per monitorare la quantità di acqua che, in base al vostro stile di vita ed esigenze, dovete assumere, visualizzare diagrammi e statistiche che vi mostreranno i progressi giorno dopo giorno ed una serie di notifiche che non vi permetteranno troppo facilmente di dimenticare di bere il sorso d’acqua che vi aspetta. Disponibile per iOS e Android.

Acqua aromatizzata homemade

L’acqua aromatizzata: per qualcuna il problema non è la memoria, non è la costanza, ma che l’acqua non ha un sapore invitate (in realtà proprio non ne ha) e risulta poco piacevole da bere a differenza di tisane, tè e succhi di frutta. La soluzione è l’acqua aromatizzata. Basta tagliare qualche fettina di cetriolo e/o di limone, per esempio, aggiungere della menta magari e il sapore sarà sicuramente invitante e rinfrescante, specialmente in estate. Potete usare altri tipi di frutta, a vostro piacere.

Armatevi di post-it, di smartphone e elastici ma soprattutto costanza e vedrete che pian piano, soprattutto notando i risultati evidenti di una buona idratazione, bere acqua diventerà un’abitudine regolare.

, , , ,

Commenti: 0

Lascia un commento


*obbligatorio