La leggerezza corre sul filo: la tecnologia si fa moda
04 ottobre 2016

La leggerezza corre sul filo: la tecnologia si fa moda

di Arianna Chieli

La wearable technology è uno dei settori più dinamici del momento e un mondo verso il quale le aziende di moda stanno guardando con crescente interesse. Per tecnologia indossabile si intendono dei dispositivi che permettono di connettersi ad un computer o uno smartphone tramite ciò che indossiamo. Ne sono un esempio i bracciali e gli orologi sportivi che monitorano il battito cardiaco, gli anelli che si illuminano quando suona il cellulare, le scarpe che contano i passi, le t-shirt che controllano i parametri vitali e la temperatura corporea, gli occhiali per la realtà virtuale, i tatuaggi scansionabili (sono esempi di ciò che è entrato a far parte della realtà quotidiana, ma se siete curiosi QUI potete trovare i 50 migliori dispositivi di tecnologia indossabile).

Google Jacquard

Ma quello che si pensa cambierà drasticamente l’intero settore si chiama Google Jacquard, il nuovissimo progetto di Google presentato in collaborazione con ATAP.

Google Jacquard è un tessuto sensibile al tocco, da integrare nei vestiti tradizionali: una stoffa intelligente perché la tecnologia è tessuta all’interno dei fili che vengono lavorati da normali telai.

I nuovi filati conduttori combinano leghe metalliche sottilissime con normali filati naturali o sintetici, cotone, poliestere o seta, indistinguibili dai filati tradizionali che vengono utilizzati per produrre tessuti. Questo significa che ogni stoffa e quindi ogni abito può potenzialmente trasformarsi in una superficie interattiva.

Il primo esempio di applicazione del Jacquard Project nasce in collaborazione con lo storico brand Levi’s e si chiama Commuter Trucker Jacket. Si tratta di una giacca in denim realizzata con tessuto Google Jacquard (disponibile dalla primavera 2017) che integra nelle estremità delle maniche e nei bottoni dei controller che permettono tramite tecnologia Bluetooth di interagire con il proprio smartphone. Si può decidere che musica ascoltare, se rispondere o meno ad una chiamata, avere una mappa a disposizione e, immagino, decidere di realizzare un video con un semplice sfioramento del tessuto o un tap sul bottone.

Immaginate cosa può significare nella nostra vita quotidiana.

Levi’s ha annunciato che questo sarà soltanto uno dei capi che supporterà questa tecnologia: l’idea è di realizzare un’intera collezione di abiti smart. Non vediamo l’ora.

 

 

, , , , ,

Commenti: 0

Lascia un commento


*obbligatorio