Quinoa: cos’è, perché fa bene e come si cucina
01 agosto 2016

Quinoa: cos’è, perché fa bene e come si cucina

di Monica Papagna

La quinoa è una pianta da cui si ricavano dei chicchi ricchi di proprietà nutrizionali che vale la pena conoscere. Iniziamo col dire che, contrariamente a quello che si possa pensare, la quinoa non è un cereale, bensì una pianta imparentata con gli spinaci. Quando la cucinate non pensate quindi di preparare un cereale, ma utilizzatela come se fosse qualcosa di simile alle foglie degli spinaci oppure alla barbabietola, perché richiede davvero lo stesso trattamento.

Perché la quinoa è un superfood?

La quinoa viene considerata un superfood per via delle proprie caratteristiche nutrizionali, la ricchezza di amminoacidi essenziali e proteine e la presenza di calcio e antiossidanti. In più è veramente leggera, ma sazia molto e regala energia. Chi si attiene a una dieta strettamente vegetariana o vegana non può che essere interessato alla quinoa come ottima fonte vegetale di proteine.

Come cucinarla?

Iniziamo col dire che la quinoa deve essere lavata abbondantemente prima di essere cucinata perché i suoi chicchi sono ricoperti dalla saponina, una sostanza amara che tiene alla larga gli uccelli.

Le idee per cucinarla sono davvero infinite, dalla colazione alla cena, c’è sempre un modo perfetto per gustarla.

Quinoa a colazione

Quinoa soffiata

Al posto dei classici cereali da mangiare con lo yogurt o con il latte, provate la quinoa soffiata. Potete acquistarla nei supermercati specializzati in alimenti biologici, ma, se avete un po’ di pazienza, anche prepararla in casa in pochissimo tempo.

Gli ingredienti

  • 200g di quinoa
  • 3-4 cucchiai di olio extravergine d’oliva

Il procedimento

Lavate bene la quinoa aiutandovi con un colino a maglie fini. Rivestite una teglia di carta forno e distribuitela su tutta la superficie, facendo attenzione a separare bene i chicchi. Infornate alla minima temperatura, senza farla bruciare. Fatela asciugare completamente dall’acqua del lavaggio.

In una padella, riscaldate un cucchiaio di olio extravergine d’oliva e versateci la quinoa. Metteteci sopra un coperchio e fate scoppiettare i chicchi, proprio come fareste con i pop corn. Non appena saranno scoppiati spostateli in un piatto e lasciateli raffreddare. Conservateli in un contenitore a chiusura ermetica.

Barrette di quinoa

Barrette di quinoa

Utilizzate la quinoa soffiata anche per preparare delle fantastiche barrette da mangiare come snack durante tutta la giornata.

Gli ingredienti

  • 1 tazza di quinoa soffiata
  • 1 tazza di frutta secca (mandorle, noci, nocciole)
  • ½ di tazza di cocco disidratato
  • 2 tazze di frutta essiccata mista (mela, albicocche, mirtilli)
  • 2 cucchiai di sciroppo d’agave
  • 1 cucchiaio di olio di cocco
  • Succo di frutta da aggiungere, se necessario
  • ½ tazza di semi misti

Il procedimento

Fate tostare la quinoa con la frutta secca e il cocco in forno caldo a 200°C. Lasciate raffreddare.

Frullate tutti gli ingredienti insieme e versate il composto su una teglia ricoperta di carta forno. Livellatelo con il dorso di un cucchiaio e cospargete con semi misti. Coprite il tutto con una pellicola e lasciate riposare in freezer per un’oretta. Tagliate l’impasto e dividetelo in barrette che saranno pronte da mangiare per i vostri snack.

Ricetta base quinoa

Quinoa, la ricetta base

Questa è la ricetta base della quinoa, vi servirà per moltissime preparazioni: insalate, sformati, verdure o consideratela come un sostitutivo di cous cous e riso.

Lavate la quinoa e mettetela in una pentola con l’acqua. La proporzione è questa: per ogni tazza di quinoa aggiungete 2 tazze di acqua. Lasciate cuocere con il coperchio fino a far assorbire l’acqua.

Polpette di quinoa

Polpette di quinoa

Anche questa ricetta si può modificare a proprio piacimento, magari con le verdure disponibili stagionalmente.

Gli ingredienti

  • 300g di quinoa già cotta (vedi ricetta precedente)
  • 200g di spinaci già cotti
  • 250g di carote già cotte
  • cipolla a piacere
  • olio extravergine di oliva
  • sale e pepe a piacere
  • semi misti a piacere 

Il procedimento

Mischiate tutti gli ingredienti in una ciotola e condite con olio, sale e pepe. Aggiungete dei semi misti e amalgamate il tutto. Formate delle palline con le mani, adagiatele su una teglia di carta forno e infornate a 180°C fino a doratura.

Potete sostituire qualsiasi verdura a vostro piacimento, provate con zucca, porri, patate, ceci o zucchine. Via libera alla fantasia!

, , , , , , ,

Commenti: 0

Lascia un commento


*obbligatorio