Sugar free grazie ai dolcificanti naturali. Consigli utili per ridurre il consumo di zucchero raffinato
10 ottobre 2016

Sugar free grazie ai dolcificanti naturali. Consigli utili per ridurre il consumo di zucchero raffinato

di Monica Papagna

Sono passati tre mesi da quando ho iniziato la mia personale battaglia contro lo zucchero raffinato. Come in tutte le cose, sto cercando di farlo con moderazione, quindi non è una battaglia totale, mangio e cucino ancora qualche dolce, ovviamente, ma sto eliminando tutto lo zucchero che posso evitare. Inizialmente mi sono dovuta letteralmente disintossicare, tipo che avrei sbattuto la testa contro il muro per avere un biscotto. Ma, come spesso accade, la costanza viene premiata e da un giorno all’altro non ne ero più dipendente.

Come ci si libera dalla dipendenza da zucchero raffinato?

Innanzitutto, individuandolo. Perché non si trova solo nei dolci, anzi, è –insospettabilmente– presente in molti alimenti salati, spesso in grandi quantità. Questo significa che ingeriamo zucchero anche senza saperlo, ma in questi casi esiste un modo tanto scontato, quanto efficace, per scoprirlo: leggere l’etichetta di tutto quello che acquistiamo e tenere presente una sola regola: 1 cucchiaino di zucchero corrisponde a circa 5g, si fa in fretta a fare i conti.

Frutta secca

Con cosa si può sostituire lo zucchero raffinato?

Il web, e non solo, è pieno di ricette in cui lo zucchero viene sostituito con miele, sciroppo d’acero, sciroppo d’agave, golden syrup, ma anche zucchero di canna o di cocco. Probabilmente non è questa la strada da seguire, perché tutti questi prodotti hanno comunque una quantità elevata di zuccheri o fruttosio. Provate invece a sostituire lo zucchero con prodotti che sono già naturalmente dolcificati, come ad esempio la frutta secca o la frutta fresca, oppure utilizzate dei dolcificanti naturali, come la stevia. Man mano che inizierete a sperimentare, vi renderete conto che anche aggiungere spezie aiuta a diminuire la quantità di zucchero. Per esempio, provate la cannella nel cappuccino e scoprirete con piacere che non ha bisogno di essere zuccherato ulteriormente.

Cambiare le abitudini alimentari iniziando dalla colazione

Abbiamo già parlato di granola e di barrette energetiche, ma potete provare anche a preparare – o comprare – della marmellata senza zuccheri aggiunti e consumarla insieme a del pane nero. All’inizio potrebbe non piacervi un granché, ma presto il vostro palato si abituerà e la adorerete, anzi, sentirete anche il vero sapore della frutta. Fidatevi, dovete solo avere un po’ di pazienza.

Se è vostra abitudine iniziare la giornata con dello yogurt, sceglietelo magro bianco, aggiungete la vostra marmellata e vedrete che differenza dal punto di vista del gusto!

Quale frutta possiamo scegliere?

I frutti rossi, oltre ad essere dei superfood incredibili, contengono anche una bassa percentuale di zuccheri (tutti tranne i mirtilli, che invece contengono una percentuale più elevata di zucchero). Provate anche l’anguria e il melone, oppure i mandarini, l’ananas e le pesche. Sempre da consumare con moderazione.

Frutta fresca

Come si preparano i dolci senza zucchero?

Sarà dura, vi avverto, ma bisogna solo abituarsi e farlo gradualmente. Iniziate a ridurre lo zucchero del 30% nei biscotti e nelle torte che preparate a casa. Non ve ne accorgerete nemmeno. Questo servirà soprattutto ad abituarvi, poi sarà tutto in discesa. Utilizzate la stevia per diminuire le quantità di zucchero partendo dal presupposto che zucchera il 40% in più rispetto allo zucchero raffinato quindi ve ne basterà pochissima. Il suo sapore non piace a tutti, è vero, ma basta utilizzarla con moderazione, non eccedendo nelle quantità, e regalerà ai vostri dolci un ottimo gusto.

Ora vi lascio una ricetta così potrete iniziare con le vostre sperimentazioni e ne riparliamo la prossima settimana!

Mousse con datteri e cacao

(dal libro “Senza zucchero aggiunto”)

  • 200g di datteri denocciolati
  • 400g di latte di cocco
  • 50g di cacao amaro
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
  • 3 cucchiai di olio di cocco
  • 60g di lamponi

Frullate i datteri, unite tutti gli altri ingredienti fino a ottenere un composto omogeneo. Versatelo in 4 stampini e lasciate riposare in frigorifero per mezza giornata. Decorate con qualche lampone e servite.

, , , , , , , ,

Commenti: 0

Lascia un commento


*obbligatorio